Tascapan: dall’ecommerce alla rete di imprese. Dove porta la passione per il proprio territorio?

Tascapan in fiera.

Tascapan in fiera.

Ecco il sesto appuntamento della serie La Valle d’Aosta agli occhi dei valdostani. 

Oggi vi presento Mathieu, ideatore di Tascapan – un ecommerce dei prodotti tipici della Valle d’Aosta. Il Tascapan è nato anche grazie al progetto del Fondo Sociale Europeo sulla creazione d’impresa. Mathieu per avviare la sua attività di ecommerce di prodotti tipici ha potuto beneficiare non solo di un contributo, ma anche di un percorso di formazione individualizzata. Così è nato l’ecommerce Tascapan.

Ma tutto quello che è successo dopo e che sta ancora succedendo è merito di questo giovane imprenditore, che di fronte agli sviluppi, ai cambiamenti e a nuove opportunità, non si è tirato indietro. Dove lo porterà questa avventura?

Czytaj dalej

La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani #5 Gianluca – il miglior sommelier in mezzo ai quattromila

foto articolo

Oggi pubblico l’appuntamento mensile con la serie „La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani„. Ho scoperto che le interviste fatte con le persone che vivono in Valle d’Aosta piacciono molto ai miei lettori polacchi! Aspettano sempre quel giorno del mese per scoprire qualcosa di nuovo e di inatteso! Forse sto diventando troppo prevedibile con i miei articoli e le interviste sono invece sempre una sorpresa 😉 .

Per la quinta intervista ho invitato Gianluca Arcaro che lavora presso La Bottegaccia ad Aosta e quest’anno si è aggiudicato il titolo del miglior Sommelier della Valle d’Aosta. E’ giovane, simpatico e tanto chiacchierone 😀 . Come potevo non farlo conoscere ai miei lettori? Ci siamo incontrati a fine ottobre per parlare della professione intrapresa, del vino, del concorso, ma anche dei suoi posti preferiti in Valle d’Aosta.

Buona lettura.

Due cose importanti nella tua vita?

La montagna e la tavola!

Czytaj dalej

La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani #4 Lucia… L’archeologia per tutta la vita

Valle AostaCi sono riuscita! Oggi è l’ultimo giorno di ottobre e non poteva mancare l’intervista con un Valdostano nell’ambito del mio progetto La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani dove invito le persone che vivono in Valle a raccontare la regione come la vedono loro.

Questa volta però è un po’ particolare. Risponde alle mie domande Lucia, un’archeologa arrivata in Valle dalla Calabria. Lavora presso una delle più grandi società di scavi archeologici in Italia Akhet srl. Ci siamo conosciute a fine settembre quando sono andata a fare la visita guidata con lei presso la necropoli fuori porta decumana ad Aosta durante la settimana Plaisir de culture. Da subito ho capito la sua passione per la storia e le ho chiesto la disponibilità per un’intervista. I miei lettori Polacchi amano non solo la montagna, ma sopratutto l’Italia e quindi non potevo far scappare una tale occasione! Lucia è stata molto gentile e disponibile, ci siamo viste all’inizio di ottobre e non ci siamo limitate a parlare ne della storia ne della Valle d’Aosta.

Buona lettura!

Czytaj dalej

La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani #3 In pensione non c’è tempo per annoiarsi

Tradycyjnie: drewno, kamień i kwiaty :-). Buthier latem.

Tradycyjnie: drewno, kamień i kwiaty :-). Buthier latem Lo nid di candolle

Oggi vi invito a leggere la terza intervista della serie “La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani”. Questa volta ho deciso di intervistare i genitori di una mia amica. Gli ho conosciuti nel 2011 e poi un po’ meglio quando mio cugino è venuto in Valle d’Aosta per le vacanze invernali nel 2013 e ha soggiornato presso uno dei loro appartamenti a Buthier Lo nid di candolle. Nella relazione che ha scritto (la relazione è disponibile QUI, ma solo in polacco 😉 ) ha lodato la loro gentilezza e accoglienza. 

Ugo e Rosanna mi sembravano ideali per un’intervista e infatti lo erano! Hanno l’età giusta per raccontare il passato e i cambiamenti avvenuti in valle, ma nello stesso tempo sono giovani nell’animo e ancora pieni di energia.

Le interviste con i valdostani sono fatte soprattutto per i miei lettori polacchi, per scoprire i posti, itinerari e gusti nuovi, per lasciare la parola a chi conosce la Valle molto meglio di me. Devo però dire che è diventato un appuntamento importante anche per me stessa, sono un’enorme fonte di ispirazione. Infatti da questi articoli ne nascono altri: visito posti nuovi o scopro pezzi della storia che poi racconto sul blog.

Czytaj dalej

La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani #2 Carlo e 330 km di passione

20150806_211230Questo articolo è il secondo della serie „La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani” nei quali invito le persone che vivono in Valle d’Aosta a raccontare la Valle come la vedono loro. Lo faccio per i miei lettori polacchi, per scoprire i posti, itinerari e gusti nuovi, per lasciare la parola a chi conosce la Valle molto meglio di me.

Subito dopo la prima intervista con Alex, #1 dalle Alpi ai Tatra, ho capito quanto questa novità sul mio blog è arricchente per i miei lettori e stimolante per me!  Le interviste che faccio le traduco e pubblico in polacco, ma per valorizzare il tempo di chi si è reso disponibile le lascio anche in originale. La descrizione delle foto dovrà rimanere in polacco per le questioni „logistiche”, ma penso che si capisca lo stesso.

Oggi tocca a Carlo a rispondere alle mie domande. Non credo di dover spiegare dove ci siamo conosciuti come ho fatto con Alex :-). Ci conosciamo da un paio di anni e in teoria era il primo che mi è venuto in mente a intervistare per la sua passione verso la montagna e il cibo.

Ecco l’intervista. Buona lettura.

Da sempre vivi in Valle d’Aosta, che effetto fa vivere ai piedi delle cime più alte d’Europa? 

Czytaj dalej

La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani #1 Alex dalle Alpi ai Tatra

Widok z Mont Avril. Archiwum Alex.

Widok z Mont Avril. Archiwum Alex.

Questo articolo è il primo della serie „La Valle d’Aosta agli occhi dei Valdostani” nei quali invito le persone che che vivono in Valle d’Aosta a raccontare la Valle come la vedono loro. Lo faccio per i miei lettori polacchi, per scoprire i posti, itinerari e gusti nuovi, per lasciare la parola a chi conosce la Valle molto meglio di me 🙂. Le interviste che faccio le traduco e pubblico in polacco, ma per valorizzare il tempo di chi si è reso disponibile le lascerò anche in originale. La descrizione delle foto dovrà rimanere in polacco per le questioni „logistiche”, ma penso che si capisca lo stesso.

Alex ha 24 anni e ci siamo conosciuti perché ha cliccato mi piace sulla pagina facebook di CiekawAOSTA e mi ha scritto un piccolo messaggio dicendo che è contento che qualcuno promuove la sua regione in Polonia. Così abbiamo cominciato a chattare e gli ho chiesto se vuole raccontare anche lui ai miei lettori un po’ la Valle d’Aosta. Si è reso disponibile ed ecco qui l’intervista. In teoria i temi che riguardano la Valle d’Aosta sui quali abbiamo discusso erano molti di più, ma per varie ragioni non pubblico tutto ;-). Buona lettura!

Czytaj dalej

Bolek e Lolek in giro per il mondo

Poster ufficiale dell'azione Bolek e Lolek in giro per il mondo

Poster ufficiale dell’azione Bolek e Lolek in giro per il mondo

Con questo post inauguro una piccola sezione del mio blog in italiano. Non che non mi fida di zio Google che traduce in automatico, ma questa volta voglio raccontare agli italiani l’avventuroso viaggio che faranno in giro per il mondo i protagonisti di uno dei più famosi cartoni animati polacchi: Bolek e Lolek.

Il cartone animato è stato realizzato in Polonia fin dagli anni 60 ed ha intrattenuto intere generazioni di bambini polacchi. La stessa mia figlia che ha quattro anni lo guarda ancora oggi e le piace tantissimo. Bolek e Lolek sono stati protagonisti di 150 cortometraggi, raggruppati in 10 serie e di alcuni lungometraggi, tra quali “Il grande viaggio di Bolek e Lolek”.

Czytaj dalej